Demopolis: cresce la preoccupazione degli italiani per la seconda ondata del Covid-19

Con l’aumento dei contagi, tornano a crescere i timori degli italiani per la diffusione del Coronavirus: il dato emerge dal trend rilevato dall’Istituto Demopolis, diretto da Pietro Vento. Dopo una netta flessione nella stagione estiva, la preoccupazione dei cittadini per il Covid è cresciuta di 30 punti nell’ultimo mese, raggiungendo oggi il 76%.
L’opinione pubblica, in larga maggioranza, ritiene utili e opportune le nuove misure decise dal Governo Conte, ma un ampio segmento di italiani pensa che si tratti di interventi settoriali e troppo timidi di fronte all’esigenza di frenare la curva dei contagi.

Demopolis: le priorità di Governo degli italiani

Sono le politiche per l’occupazione ed il lavoro la priorità assoluta indicata al Governo dall’83% degli italiani. Al secondo posto, con il 75%, gli investimenti nella sanità. Sul podio dei cittadini, con il 72%, anche la riduzione della pressione fiscale: sono i dati che emergono dall’indagine realizzata dall’Istituto Demopolis, diretto da Pietro Vento. L’effetto dell’emergenza Covid modifica l’agenda dei cittadini: la sanità passa dal 5° al 2° posto, l’immigrazione scivola dal 4° posto di 15 mesi fa all’8° posizione di oggi.

Il voto per le Regionali nell’analisi post elettorale dell’Istituto Demopolis

L’Istituto Demopolis ha analizzato i flussi elettorali tra il 2015 e il 2020 nelle principali Regioni interessate dal voto.
Dalle Regionali emerge un fattore particolarmente significativo per il successo di molti dei neo-Governatori: nelle motivazioni di scelta dei cittadini il voto al Presidente ha spesso prevalso sul voto al partito o coalizione: : è ciò che è accaduto, con estrema evidenza, con Zaia in Veneto e con De Luca in Campania.

Il voto referendario e gli effetti sullo scenario politico nell’indagine Demopolis

L’Istituto Demopolis ha analizzato il voto referendario in base alla collocazione politica degli intervistati: afferma di aver votato Sì il 96% degli elettori del Movimento 5 Stelle. Per il sì si è espresso anche il 71% di chi vota Fratelli d’Italia ed il 67% degli elettori leghisti. Più diviso il fronte del PD in seno al quale hanno optato per il sì poco meno di 6 elettori su 10. Significativo si è rivelato anche il sì espresso dall’83% di quanti non si riconoscono oggi in alcun partito politico.

Barometro Politico Demopolis: come è cambiato il peso dei partiti negli ultimi 12 mesi

Se si votasse oggi per la Camera, la Lega sarebbe con il 25,4% primo partito, seguita dal PD al 21%; il Movimento 5 Stelle otterrebbe il 16%, con Fratelli d’Italia al 15%: è la fotografia che emerge dal Barometro Politico dell’Istituto Demopolis, diretto da Pietro Vento. Distanziati appaiono Forza Italia al 6,5%, la Sinistra di LeU al 3,4, Italia Viva al 3,2 e Azione al 2,5%.

Chi siamo: profilo dell’Istituto Demopolis

Il metodo di lavoro di Demopolis, Istituto Nazionale di Ricerche diretto da Pietro Vento: clienti e prodotti, ambiti di analisi e di indagine, attività di consulenza e comunicazione. Demòpolis studia le tendenze della società italiana con competenze mirate nell’analisi dell’opinione pubblica, nelle indagini demoscopiche, nella ricerca sociale, politica e di mercato, nella comunicazione e nella consulenza strategica.

The Power to Know, and Act on, What Italians are Thinking, Doing and Feeling

Verso le Regionali in Toscana

È un consenso ancora molto fluido ed incerto, quello che emerge dal sondaggio sul voto per le Regionali in Toscana condotto dall’Istituto Demopolis: tra gli elettori che immaginano di recarsi alle urne il 20 e il 21 settembre, un quarto è ancora del tutto indeciso sulla scelta da compiere.
Gli umori e la motivazione al voto dei cittadini, così come la conquista degli indecisi e dei potenziali astensionisti, potranno incidere in modo determinante sull’esito del voto.

Demopolis: gli italiani e il Recovery Fund

L’accordo europeo sul Recovery Fund è apprezzato dal 70% degli italiani. Il dato emerge da un sondaggio condotto nelle ultime 48 ore dall’Istituto Demopolis. L’opinione pubblica valuta positivamente il cambio di rotta nelle politiche dell’UE, che tra risorse a fondo perduto e prestiti, mette a disposizione dell’Italia, per i prossimi 3 anni, 209 miliardi di euro.
I riflessi si vedono nell’evoluzione della fiducia nel Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, che è cresciuta di 5 punti nell’ultima settimana, raggiungendo oggi il 56%.

Peso e trend dei partiti: Barometro Politico dell’Istituto Demopolis

Se si votasse oggi per la Camera, la Lega sarebbe con il 26% primo partito, seguita dal PD al 21,2%; il Movimento 5 Stelle otterrebbe il 15,8%, con Fratelli d’Italia al 15%: è la fotografia che emerge dal Barometro Politico dell’Istituto Demopolis.
“Se un anno fa la distanza tra primo e quarto partito era di 28 punti – spiega il direttore di Demopolis Pietro Vento – oggi si è ridotta ad 11 punti”.
L’estrema variabilità degli umori dell’opinione pubblica trova una conferma anche nell’evoluzione della fiducia nel Premier Giuseppe Conte.

Demopolis: i Presidenti di Regione oggi più apprezzati

Sono 7 i Presidenti di Regione oggi più apprezzati: secondo l’indagine dell’Istituto Demopolis, Zaia, De Luca e Bonaccini conquistano il podio nel gradimento dei cittadini.
La gestione del sistema sanitario e la capacità di contenimento del Covid negli ultimi mesi di emergenza hanno inciso profondamente sull’opinione pubblica. Molto marcati risultano i trend: in 4 Regioni, Lombardia, Veneto, Campania e Sicilia, l’apprezzamento dei cittadini segna profonde differenze rispetto al dicembre scorso.